Agenzia Viaggi e Vacanze a Forlimpopoli

8 cose da vedere a Tirana

Bunkart

La più chiacchierata del momento e che davvero non ti aspetti, Tirana la Capitale dell’Albania, attrae sempre più visitatori in cerca di novità. Ecco le 8 cose da vedere assolutamente a Tirana!

Dopo la profonda crisi, subito dopo la caduta del regime comunista ai primi anni 90, per l’Albania è iniziata la svolta che la sta portando lentamente verso lo sviluppo economico, sebbene ci sia ancora da lavorare… soprattutto a livello di infrastrutture.

A livello turistico invece direi che è prontissima ad accogliere sempre più viaggiatori, gli alberghi offrono un buon livello di servizi, bar e ristoranti nascono ogni giorno con look che ricordano molto le località balneari spagnole e della riviera adriatica… insomma ci siamo.

Vediamo quindi le 8 cose da vedere a Tirana

1-Museo Nazionale di Storia

Il Museo Nazionale è il Museo più importante di Tirana. Si trova in Piazza Skanderbeg, e qui attraverso gli 8 padiglioni di esposizioni si può ripercorrere la storia dell’Albania, dal Paleolitico al periodo degli orrori del genocidio comunista.

Museo Nazionale - Piazza Skanderbeg
Museo Nazionale – Piazza Skanderbeg

2-Il quartiere trendy Blloku

E’ il quartiere che meglio rappresenta e che distingue il “nuovo” dal “vecchio”. Qui tantissimi giovani hanno investito i loro capitali per dar vita a bar, ristoranti, librerie…ed è innegabile ammettere che passare qui una serata è il modo migliore per chi vuole cercare un po’ di divertimento. E’ considerato il quartiere più di moda della capitale.

3-Piramide di Hoxha

Costruita per essere il mausoleo del dittatore Enver Hoxha, oggi è un luogo di ritrovo di moltissimi giovani. Al suo interno infatti, si trovano mostre, congressi ma soprattutto concerti e spettacoli!

4-Moschea di Et’hem Bey

E’ considerata la moschea più bella di tutta l’Albania, ed ha una particolarità: è decorata sia esternamente che internamente con rappresentazioni di paesaggi ed elementi naturali, cosa inusuale nell’arte islamica! Merita una visita, dunque, si trova proprio a fianco del Museo Nazionale di Storia.

5-La Torre dell’Orologio

Uno dei simboli della città, si trova in Piazza Skanderbeg anche questo edificio. Salendo fino in cima si può ammirare Tirana dall’alto e il panorama che vi si presenta vale assolutamente la fatica di salire i 90 scalini! Al tramonto è il momento più suggestivo, ma la salita è concessa fino alle ore 19.00… occhio a non perdere il minuto!

6-Visitare un Bunk’Art

A Tirana ci sono davvero tanti bunker antiatomici, voluti dal dittatore Hoxha che viveva nella convinzione di una imminente invasione dell’Albania da parte di chissà chi. Decise quindi di far costruire questi bunker sotterranei, collegati ai palazzi del potere, in modo da garantire una fuga veloce e sicura… la visita mostra ambienti tetri ma ben organizzati… consigliatissima!

Bunkart
Bunkart

7-mangiare in un ristorante tipico

La cucina albanese è qualcosa di fantastico! Influenze turche e greche danno vita a piatti corposi, saporiti, unici. Ho potuto assaggiare diverse prelibatezze in questo viaggio, e posso dire che la carne, soprattutto di agnello, è la cosa che mi è piaciuta di più… per non parlare del pane, servito sempre caldo e aromatizzato con aglio e olio. Fidatevi dei consigli che vi daranno, evitate i locali “turistici” e …buon appetito!

8-passeggiata lungo il Boulevard Deshmoret e Kombit

E’ il viale principale della città, collega il centro alla Galleria d’Arte Nazionale. Qui furono costruiti gli edifici più importanti della città ai tempi dell’occupazione italiana. Tutt’oggi si trovano università e banche nazionali.

Siete mai stati a Tirana? State programmando un viaggio in Albania e vorreste scoprire qualcosa in più su questo paese? Leggete anche i miei “consigli di viaggio
Avete consigli e curiosità da condividere? Scriveteci!

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.